CORO POLIFONICO DI SALVAROSA

 

Composto di circa 90 elementi provenienti dalle province di Treviso, Padova e Vicenza, fin dal 1977, anno della sua costituzione, propone un repertorio ispirato per lo più alla polifonia sacra e alla letteratura operistica.

Nei 34 anni della sua attività ha tenuto oltre 600 concerti ed ha avuto il privilegio di esibirsi in importanti Teatri, Sale da concerti e Basiliche sia in Italia che in Canada, Svizzera, Francia, Austria e Slovacchia.

Tra le più prestigiose ricordiamo S. Pietro in Vaticano, la basilica Superiore ed Inferiore di Assisi, la basilica di S. Pietro in Castello a Venezia, la cattedrale di Notre Dame a Parigi, la cattedrale di Toronto e di Bratislava, la “Sagrada Familia” a Barcellona, l’aula Nervi in Vaticano, la sede ONU e il C.E.R.N. di Ginevra, il Piccolo Regio di Torino, il Teatro Comunale di Treviso, il Teatro Verdi di Padova.

Particolarmente significative le partecipazioni alla Giornata Europea dell’Università a Roma, in collegamento video con 10 Cattedrali Europee, alla presenza del Santo Padre Giovanni Paolo II e poi dell’attuale Papa Benedetto XVI.

Da alcuni anni collabora con la Banda Musicale della Polizia di Stato e con l’Orchestra Regionale Filarmonia Veneta.

Ha collaborato con solisti di fama internazionale come G. Cecchele, A. Stewart, M. Solman, F. Sartori, I. Salazar, K. Ricciarelli, C. Porter, K. Johansson,.

Il suo repertorio comprende i “Requiem” di W. A. Mozart e G. Faurè, il “Requiem in Do minore” di L. Cherubini, la “Theresienmesse“ di F. J. Haydn, gli oratori “La passione di Cristo” e “La Resurrezione” di L. Perosi oltre a numerose altre messe e composizioni sacre dei principali autori classici e moderni.

Per il repertorio lirico si segnalano le più importanti pagine corali di Aida, Il Trovatore, La Traviata, La Forza del destino, I lombardi alla prima crociata, Ernani, Cavalleria Rusticana, Madama Butterfly.

Il coro si è esibito sotto la guida di illustri maestri tra i quali M. Billi, V. Miserachs e P. Colino.

Il suo attuale direttore, Marco Titotto, si avvale della collaborazione dei maestri Michelangelo Bortolon, Nicola Minato e Nicola Facchinelli nella preparazione e studio del repertorio e ha come pianista collaboratore e organista il M.° Giovanni Campello e come assistente Giancarlo Barbaro.